Benvenuti nel mio Blog

Rimanete aggiornati con le novità in tema di nutrizione


  • Masticazione e Sazietà

    • 21 Gennaio, 2013
    Per definizione per masticazione si intende la suddivisione meccanica degli alimenti, prodotta dai denti mentre i movimenti della lingua e delle guance concorrono al rimescolamento del bolo preparato dall’azione della saliva.
    Da tempo ormai sappiamo che una lenta masticazione può aiutare. Vi siete mai chiesti a cosa?

    Come la maggior parte di noi sa già, masticare velocemente rende gli alimenti meno digeribili e potrebbe in individui predisposti causare disturbi gastrici.
    Alcuni studi hanno dimostrato che il rischio di acquistare peso è maggiore per chi mangia più in fretta, mastica meno e assume bocconi di grandi dimensioni.



    Inoltre è stato recentemente pubblicato uno studio su una nota rivista, dove 21 uomini giovani normopeso che hanno assunto una porzione di pizza (pari a 183 g e 490 kcal), effettuando 15 o 40 cicli di masticazione prima dell’ingestione, sono stati sottoposti a valutazione dell’appetito postprandiale (mediante la compilazione di appositi questionari) e a prelievi di sangue venoso a differenti minuti dal pasto, per il dosaggio dei livelli di ormoni legati alla sazietà, di glucosio, insulina e polipeptide insulinotropo glucosio-dipendente (GIP). Inoltre, dopo l’ultimo prelievo ematico, i volontari sono stati invitati a consumare un pasto ad libitum (a base di pasta condita con salsa di pomodoro e parmigiano), del quale è stata registrata la quantità.

    Gli autori hanno rilevato una riduzione significativa sia del senso di fame che del desiderio di mangiare nuovamente, per coloro che avevano masticato ogni boccone per 40 volte, rispetto a coloro che avevano masticato meno, e che questo si associa a livelli plasmatici più elevati di glucosio, insulina e GIP. Inoltre, sempre per coloro che hanno mangiato più lentamente, le concentrazioni circolanti di colecistochinina (il cosiddetto ormone della sazietà) sono risultate aumentate e quelle di grelina (l’ormone responsabile dell'aumento del senso di fame) moderatamente ridotte. Non è stata invece riscontrata alcuna differenza per quanto riguarda la quantità di pasta assunta ad libitum.

    Questi dati indicano pertanto che masticare il cibo un maggior numero di volte, oltre a facilitare l’assorbimento del glucosio, aumenta il senso di sazietà.

    Fonti:
    http://www.ncbi.nlm.nih.gov/pubmed/23181989


Color schemes
Patterns